RIMOZIONE SEGNALETICA ORIZZONTALE

asfalto, calcestruzzo, clinker, gres, piastrelle, resina

  • Cos’è
    È uno degli interventi più comuni di manutenzione stradale e aeroportuale; la rimozione della segnaletica orizzontale esistente prima della realizzazione di una nuova segnaletica diversa, è un elemento di fondamentale importanza per la sicurezza al fine di non generare confusione o incertezza nella circolazione di automezzi o aeromobili.
    Per rimozione si intende l’eliminazione della vecchia segnaletica fino a far comparire la pavimentazione sottostante, attraverso procedure meccaniche quali, principalmente, la PALLINATURA o la SCARIFICA.
    La scelta della tecnologia da impiegare è condizionata da diversi fattori, quali la tipologia di vernice o di materiale applicato, la natura e le condizioni del supporto, che vanno pertanto valutati caso per caso.
    La PALLINATURA risulta particolarmente adeguata nel caso di rimozione di vernici dure, a basso spessore ed in presenza di un supporto in asfalto compatto e consistente o in calcestruzzo; l’operazione in questo caso oltre alla perfetta rimozione della vecchia segnaletica consente di creare, ove necessario, l’aggrappo per la posa della nuova.
    La SCARIFICA/BOCCIARDATURA è consigliabile nei casi in cui si debba procedere alla rimozione di vernici a spessore, termoplastiche o a nastro; essendo le attrezzature dotate di regolatori della profondità di intervento, si può agire con precisione sull’effettivo spessore da rimuovere.
  • Quando/perché
    Per garantire un traffico e una circolazione sicuri (siano veicoli o aeromobili) è necessario che la segnaletica orizzontale sia chiara e leggibile.
    E perché sia chiara e leggibile deve poggiare su una superficie pulita e ripristinata.
    Una rimozione corretta non danneggia nè stressa eccessivamente la superficie, anzi ne rispetta la durata e consente di predisporre l’aggrappo alla realizzazione della nuova segnaletica. La rimozione va fatta a regola d’arte. Se errata, tende a strappare la pavimentazione provocando fessurazioni che favoriranno infiltrazioni d’acqua e di conseguenza crepe e ammaloramenti.
  • Applicazioni
    Nel settore industriale, navale, aeroportuale, stradale.
    In aree urbane ed extraurbane come vie, piazze e cortili, in parcheggi pubblici e privati e spazi comuni o con accessi particolari e privilegiati come contesti ospedalieri, militari, industriali, navali e aeroportuali. In quest’ultimo contesto è frequente che la rimozione della segnaletica e successiva sgommatura della pista siano operazioni associate, per restituire alla superficie la sua piena funzionalità.