LEVIGATURA PAVIMENTI

asfalto, calcestruzzo, clinker, gres, piastrelle, resina

  • Cos’è
    La levigatura è un trattamento che si esegue con macchine a rotazione sull’asse verticale. Queste possono essere monodisco oppure planetarie cioè a più dischi controrotanti.
    Sui dischi possono essere montati vari tipi di utensili con legante metallico resinoide di varie tipologie, in relazione alla durezza della superficie da trattare e di varie grane in relazione al grado di finitura desiderato.
    A seconda della superficie da trattare e delle esigenze di cantiere, la levigatura può essere eseguita a secco o con acqua.
    La possibilità di ottenere una superficie uniforme e planare la rende ideale per la rimozione si asperità/irregolaritá nelle pavimentazioni e per la realizzazione di notevoli effetti estetici.
    Le levigatrici sono predisposte per l’utilizzo con idonei sistemi di aspirazione; alla fine del processo è comunque necessario effettuare operazioni di pulizia della superficie mediante spazzolatura e /o aspirazione.
  • Quando/perché
    La levigatura è una finitura di per sé, ma anche un importante passaggio di pulizia prima della stesura di vernici e rivestimenti a basso spessore. Si leviga per rimuovere il lattime di cemento, per rimuovere colle e vernici, per molare superfici lapidee. Recentemente sta prendendo piede la levigatura su asfalto realizzato con inerte colorato per portarlo in superficie.
  • Applicazioni
    Nel settore civile, industriale, navale, stradale.
    Come finitura, la levigatura rende nella realizzazione di pavimenti in cemento, una scelta molto apprezzata nelle ristrutturazioni di archeologia industriale.
    Su superfici verticali o irregolari, quali le pareti di una piscina, la levigatura è la premessa per il successivo rivestimento impermeabilizzante.
    In ambito civile la levigatura offre l’aggrappo ideale, più duraturo e regolare, alla posa di pavimentazioni in resina.