IDROSCARIFICA

asfalto, calcestruzzo, clinker, gres, piastrelle, resina

  • Cos’è
    L’idroscarifica è un metodo per la rimozione selettiva del calcestruzzo danneggiato, utilizzando solo getti d’acqua ad elevata velocità. L’acqua proveniente da una pompa a pistoni ad alta pressione varia la potenza da 1000 bar fino a 2000 bar intorno ad una portata di circa 200 l.p.m. L’idroscarifica è paragonabile alla sabbiatura ma molto più incisiva e di conseguenza più rapida.
    Rispetto a quest’ultima vi è una totale assenza di polveri. Per scarifiche profonde è prevista una completa pulizia dei ferri d’armatura e di conseguenza una migliore qualità complessiva.
  • Quando/perché
    Senza danneggiare le armature portanti si procede all’idroscarifica su superfici cementizie per asportare materiale ammalorato o in fase di distacco. Si evitano così traumi alle strutture dovuti alle forti vibrazioni che altri macchinari possono causare.
    Questo trattamento offre una superficie ruvida idonea al successivo aggrappo di materiali di rivestimento.
    L’idroscarifica può essere eseguita su superfici in muratura o su superfici metalliche.
  • Applicazioni
    Nel settore civile e industriale.
    Ultimamente, grazie proprio alla velocità di esecuzione e alla qualità del trattamento, si è registrato un aumento di richieste di intervento solitamente fatte eseguite con la sabbiatura, come ad esempio il restauro di vasche e piscine, sia pubbliche che private.