ASPORTAZIONE RIVESTIMENTI

asfalto, calcestruzzo, clinker, gres, piastrelle, resina

  • Cos’è
    L’asportazione è in sostanza un’opera di pulitura e rimozione.
    Cambia tecnicamente, per complessità e per impiego di attrezzature (cioè macchine e tipi di utensili) a seconda delle condizioni e della composizione della superficie trattata
    Può andare da una leggera abrasione ad una profonda rimozione di materiale – fino a 4/5 mm. a passata. Questo può comportare interventi che vanno dalla carteggiatura, alla levigatura, alla pallinatura, alla bocciardatura, alla fresatura.
    È necessaria – Ecotep la prevede – una valutazione tecnica di caso in caso, preferibilmente magari anche supportata da test specifici.
  • Quando/perché
    È fondamentale come preparazione dell’aggrappo, o ancoraggio, ottimale per la posa di pavimentazioni o rivestimenti – condizione che si ottiene ottenendo una superficie pulita, ruvida, chimicamente neutra, (o decontaminata), asciutta. Una superficie così preparata assicura che tutti gli strati siano solidali e la performance durevole.
    È quindi possibile eseguire asportazioni in esterni o al coperto, operare su nuove o vecchie pavimentazioni, rimuovendo lo sporco profondo e abbassando quote.
    L’asportazione si rivela quindi fondamentale nelle strategie di manutenzione in genere, stradale in particolare e come step nei trattamenti anticorrosione.
  • Applicazioni
    Nel settore civile, industriale, navale, aeroportuale, stradale.
    Si interviene con procedimenti di asportazione su materiali lapidei, calcestruzzi, asfalti in una varietà di contesti:
    • Per rimuovere vecchie
    • Per eliminare rivestimenti alto/ basso spessore.
    • Per la decontaminazione di pavimentazioni industriali da oli, colle, ruggine o altro.
    • Per risanare marciapiedi e altri elementi dell’arredo urbano.
    • Per rifacimenti del manto stradale.
    • Per asportazione di vecchia o nuova segnaletica orizzontale.